La Nostra Rivista 

 

Rivista Proeis numero 1

 

 

Scaricala Gratuitamente!

Pensare lo sviluppo locale a partire dalla diversità

Nell’attuale contesto globalizzato, il fenomeno non è sconosciuto a nessuna nazione. I confini diventano progressivamente più sfocati e si aprono possibilità al transito di persone alla ricerca di nuove opportunità e una migliore qualità della vita. In questo senso, l’Europa e le sue città si sono trasformate in fulcro dell’immigrazione per persone provenienti dai paesi latinoamericani come africani e dell’Europa dell’est.

Si lo voglio, ma non nel mio cortile!

Si tratta di un fenomeno piuttosto comune, e probabilmente lo avete sperimentato in forma più o meno diretta anche voi, o un vostro familiare, conoscente, amico: siamo abituati alla rassicurante quotidianità del nostro quartiere, alla tranquillità del vicinato, alla dirimpettaia con cui scambiamo quattro chiacchiere, al vicino che educatamente ignoriamo, al giornalaio di sempre, al panificio sotto casa, alla spesa della settimana nel supermercato all’angolo… poi all’improvviso arriva la notizia di un nuovo progetto urbanistico, proprio lì, proprio nel nostro quartiere, vicino a casa nostra: una grande via di comunicazione, un cimitero, una centrale elettrica, un deposito di sostanze pericolose, un impianto per lo smaltimento dei rifiuti, un ripetitore per la telefonia mobile o incluso un carcere.

Il cercatore di dati

In Italia dovrebbe essere annoverata una nuova professione: lo scovatore di dati.
Già, perché anche se siamo in un epoca in cui tutti sanno tutto di tutti, un’epoca nella quale la rete rende tutti accessibili a tutti quando avete necessità di un dato quasi sicuramente non lo troverete. Soprattutto se vivete in Italia.
In genere il labirintico percorso procede per tappe.

Il futuro della statistica

“Le previsioni sono estremamente difficili. Specialmente sul futuro”. Così diceva 
Niels Bohr premio Nobel per la fisica nel 1922. E anche se la statistica è in grado di formulare delle ipotesi, più o meno probabili, sui possibili sviluppi di un dato fenomeno, prevedere il futuro della figura professionale dello statistico nel sistema economico e occupazionale è un compito che va al di la dei modelli di calcolo previsionale.

Lo spreco alimentare in tempo di crisi

Gli esempi di Responsabilità Sociale d’Impresa sono numerosi anche in Italia. La fondazioni e i think thank fondati da imprese allo scopo di promuovere azioni in ambito sociale sono sempre più numerose. Tra le varie iniziative, quella della Barilla con il suo centro di ricerca, il Barilla Center for Food and Nutrition, è quella che ha riscosso il maggior interesse in chi scrive perché, in pochissimo tempo, questa istituzione è diventata un punto di riferimento per chi vuole trovare dati ed informazioni sui temi legati alla sostenibilità della produzione alimentare. Un esempio di questo è la pubblicazione “Lo spreco alimentare: cause, impatti e proposte”.

-->