La Nostra Rivista 

 

Rivista Proeis numero 1

 

 

Scaricala Gratuitamente!

Pianificazione strategica urbana: principali aspetti e fattori critici

La città post-industriale, modello prevalente nell’epoca contemporanea, comincia a diffondersi a cavallo tra gli anni sessanta e settanta, in coincidenza con la crisi del fordismo. Il cambio del modello produttivo genera ripercussioni importanti dal punto di vista territoriale: nuove dinamiche socio-economiche determinano un graduale abbandono della pratica di suddivisione del territorio urbano in aree monofunzionali, così come richiedono strumenti più flessibili che consentano uno sviluppo armonico del territorio.

Nell’ambito della pianificazione strategica, l’autorità pubblica ricopre un ruolo più attivo rispetto alla pianificazione tradizionale: funge infatti da promotrice di progetti multisettoriali di sviluppo, coinvolgendo attori del settore privato e della società civile.

L’ampliamento della dimensione partecipativa richiede, da parte del governo municipale, la capacità di esercitare le funzioni di guida e di controllo necessarie per assicurare coordinazione ed equilibrio tra i differenti interessi di cui i vari attori sono portatori.

Quali sono i principi della pianificazione strategica? A quali esigenze risponde? Da quali fattori dipende l’esito della sua applicazione?
Sono alcuni spunti di riflessione illustrati nel primo Paper pubblicato da PROEIS e redatto da Riccardo Piras, Esperto in Sociologia e Analisi territoriali.

 

Scarica qui il Paper completo
Pianificazione strategica urbana: principali aspetti e fattori critici

-->